.
Annunci online

Graziana M. e le piccole preveggenze
post pubblicato in IL LA PERFETTO, il 16 luglio 2008
(...) (e chi potrebbe dire mai che codesta figliola è cieca? Cammina da sola, ha gli occhi aperti e stranamente luminosi, sembra che attraversi gli oggetti, non ne incappa uno. Come fa? E poi, maigòdness, quanto sei carina! Ma quanto sei carina! Adesso vengo lì e ti mitraglio di baci, ma non è possibile, sei troppo, troppo uno zucchero! E adesso  che dovrei fare, eh? Che dovrei fare? Prenderti e abbracciarti e sprofondare nel buio dei tuoi occhi? E si può fare questo? Eh? Oppure? Eh?...)

- Carmatore! (ecco riapparire Occhiochiuso sulla soglia del suo studio)
- Eh?
- … Graziana, i signori sono…
- Beniamino Carmatore, incantato (letteralmente, ma non posso mica dirlo… le tendo la mano e lei come se la vedesse, me la stringe di una stretta giusta di tempo, d'intensità, di tasso igrometrico e di temperatura)… ci sarebbe anche Carlo Soma, ma adesso è addormentato…
- Benissimo, io le presentazioni le ho fatte… ora, se mi volete scusare… mi saluti Carlo, gli dica che per la settimana prossima l'aspetto per il controllo… che poi, detto tra noi, ma che ha da controllarsi?…

Carlo gracida imbarazzantemente, Ermengarda digita qualcosa alla tastiera canticchiando, l'aria condizionata ronza, il resto è silenzio. Ed io sudo. Dovrò dire qualcosa ma di fronte a tanta graziana i miei interessi hanno subito una brusca deviazione: devo ricondurmi al motivo originario di quell'incontro e lo faccio con un certo sforzo…

- Ecco... ho voluto conoscerti perché ho visto le cose che ha costruito qui tuo fratello.
- È bravo mio fratello…
- È bravissimo. Tant'è che vorrei conoscerlo…
- Perché?
- Perché? (già, perché voglio conoscerlo?)
- Perché ti piace conoscere persone che fanno cose interessanti e belle…
- Ecco, penso per questo. E…
- Vuoi sapere dove lo puoi trovare…
- Esatto (bellina, bellina e perspicace!)
- Ti avverto però che non è facile né raggiungerlo né parlargli…
- Perché?
- Vuoi l'indirizzo?
- Se possibile… dimmi
- Allora: via del poggio incantato, senza numero.
- Senza numero?
- Non serve…
- E… a che ora posso trovarlo?
- In genere dalle sette a mezzanotte di tutti i giorni domenica inclusa
- Figlio di Giove! Ma non riposa mai questo ragazzo?
- Lui non si stanca mai… come te…
- Già… (come me? Come fa a sapere che è come me?) Scusa Graziana, come fai a sapere che non mi stanco mai?
- L'ho sentito da come mi hai stretto la mano
- Ah… (che avrà voluto dire?)
- Il tuo amico Carlo dorme ancora…
- Eh?… Ah, sì, dorme ancora… (Vabbe’, questa è facile: sa che c'è un'altra persona, sa che dormiva, non la sente e dunque sa che dorme ancora)
- È malato
- Sì, crede di essere malato
- No, è malato
- Sì? (come fai a saperlo?) E di che?
- Non lo ha ancora deciso…
- (ma cosa dici, piccolina?) Allora quando si sveglia glielo dico.
- Non dirgli niente, non c'è bisogno.
- Non dico niente.

e a questo punto m'inonda d'un sorriso a perdita d'occhio, mi tende la mano

- Allora, grazie…
- (grazie? e di che?) Grazie a te. Spero di rivederti presto
- Ci rivedremo.

Ci congediamo e per un attimo avverto l'inquietante sensazione che mi abbia voluto dire qualcosa, che sia una giovane lettrice di pensieri e che pertanto, abbia letto anche il mio sguardo pullulante di voglie minuscole, fatto sta che si gira e infila decisa il corridoio che porta alla sediovìa. Carlo intanto si è risvegliato, salutiamo Ermengarda e ci avviamo per le scale. Visto che uno smollabretelle come il Soma mai e poi mai si servirebbe della sediovìa. Diavoletti! Dov'è che ho messo il biglietto con l'indirizzo di Gino M? Non scherziamo, un biglietto può cambiare le storie…

mm e ndf, Il LA perfetto, 2006.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. graziana m. Carlo Soma

permalink | inviato da Max Maraviglia il 16/7/2008 alle 23:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Sfoglia giugno        agosto
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca