.
Annunci online

Per il 2011 e per quelli a venire
post pubblicato in Diario, il 1 gennaio 2011
Alle azioni compiute senza sapere esattamente perché, che nel tempo mostrano le loro ragioni. Alle cose che hanno ragioni ineffabili che si dipanano nel tempo. Alla mano invisibile dell'istinto puro che longanime muove i passi. A tutti noi l'augurio di non comprendere mai fino in fondo i nostri passi e averne a un tempo l'essenziale consapevolezza. Per il nuovo anno e per tutti quelli a venire.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. auguri consapevolezza istinto

permalink | inviato da ubumax il 1/1/2011 alle 14:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Nota d'augurio in base Tre
post pubblicato in Diario, il 31 dicembre 2009
Ogni discorso, anche il più acuto, non può sottrarsi all'imprecisione e al vagore delle parole. Scrive Brecht:

Niente è più contrario dell'arte che lo sforzarsi di trarre un qualcosa dal niente. Ciò che (i grandi) fanno, consiste nel rendere piccolo ciò che è piccolo e grande ciò che è grande. In ogni tema è contenuto tanto e non più, ed è proprio questo tanto che deve essere sviluppato, non di meno ma neanche di più.
(B. Brecht, Diario di lavoro)

Colgo istintivamente il senso di questo discorso, che mi sembra acuto. Poi, vedo il discorso sgretolarsi in mille pezzi non appena provi a scendere a un livello di comprensione più profonda, dove non posso fare a meno di chiedermi: "cos'è questo qualcosa?", "chi sono i grandi?", "piccolo e grande rispetto a cosa?" e, nell'incapacità di restituire a queste domande, risposte adatte a non generare altre domande, mi ritrovo davanti ad un discorso che, dapprima percepito come interessante, poi si rivela vuoto, e poi nuovamente interessante, soprattutto per ciò che non ha "saputo" (o voluto) dire.

Anche i discorsi sembrano allora soggetti alla legge del Tre:
1) Sembrano interessanti per quello che dicono
2) Sembrano vuoti di sostanziale significato
3) Sembrano interessanti per tutto ciò che non dicono ma che in qualche modo implicano.

Ora, essendo il terzo livello quello pregnante, varrebbe la pena puntarlo direttamente, ove  fosse possibile. Viene da pensare che le impalcature del superfluo servano a rendere percepibile ciò che vi è di necessario. Ed anche questo discorso, d'altronde come tutti gli altri, è soggetto alla legge del Tre.

Auguri a tutte le persone di bella volontà.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Brecht discorsi auguri

permalink | inviato da ubumax il 31/12/2009 alle 14:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        aprile
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca