Blog: http://cantieristupore.ilcannocchiale.it

Frammenti di riflessi

Ognuno di noi possiede, diceva William James, una sorta di curva di offerta di se stesso. Senza quasi rendercene conto, sfoderiamo certi risvolti della nostra personalità secondo l’interlocutore che abbiamo di fronte.

Juan Antonio Rivera, Tutto quello che Socrate direbbe a Woody Allen, Frassinelli, 2003, p. 83.


Il signor Keuner raccomandò un tale a un commerciante per la sua incorruttibilità. Dopo due settimane il commerciante ritornò dal signor Keuner, e gli chiese: - Che cosa intendevi dire parlando d’incorruttibilità? – Il signor Keuner rispose: - Dicendo che l’uomo da te assunto è incorruttibile intendevo dire: non puoi corromperlo. – Ah si? – disse il commerciante afflitto, - e invece ho ragione di temere che il tuo uomo si faccia corrompere perfino dai miei nemici. – Questo non lo so, - disse il signor Keuner senza interesse. – Ma non fa che lisciarmi, - esclamò il commerciante esasperato, - egli si lascia dunque corrompere anche da me! – Il signor Keuner sorrise vanitoso: - Da me non si lascia corrompere, - disse.


Bertold Brecht, Storie del signor Keuner, Einaudi, 2008, p. 13.


Essere responsabili dei propri comportamenti è già un bel traguardo. Sapere di rischiare di esserlo anche di quello degli altri è quasi olimpionico.

(dedicato a tutti noi che incolpiamo gli altri)

mm

Pubblicato il 14/5/2008 alle 23.19 nella rubrica LE PAROLE DEGLI ALTRI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web