Blog: http://cantieristupore.ilcannocchiale.it

Noia da abbaglio

Non so se un giorno i miei racconti riusciranno a tenere col naso per aria un bambino, incollato alle mie parole, fino a farlo sprofondare nel sonno. Per questo, quando posso, cerco di fare quello che faccio con la massima attenzione, di modo che poi possa ricordarmi qualcosa da raccontare. Cose essenziali, da modello/base - il caffé, per esempio, la piega ai pantaloni, la scelta degli ingredienti per cucinare una pietanza, l’incollatura di un francobollo, la risposta a una domanda occasionale - ma fatte nel migliore dei modi, come cose straordinarie, visto che tutto ciò che un tempo sarebbe stato reputato straordinario è ormai così abbagliante e rumoroso da non vederlo né sentirlo più. Questa è la noia, che temo più della peste. Resta allora da esercitare un pizzico di talento nel rendere le cose straordinarie, quelle che guardi sempre, che per vedere devi chiudere un attimo gli occhi, poi li riapri… e le cogli di sorpresa in una posizione diversa da come le avevi lasciate.

Massimo Maraviglia e Nico Di Fiore, Il LA perfetto, 2006.

Pubblicato il 12/6/2008 alle 0.17 nella rubrica IL LA PERFETTO.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web