Blog: http://cantieristupore.ilcannocchiale.it

Sulla coscienza del tragico

Se nell'originaria coscienza del tragico l'essenza è il confronto tra l'agire degli uomini e l'insondabile volere degli dèi, nel tragico contemporaneo l'essenza è  nell'impossibile raffronto tra l'agire degli uomini e l'imponderabile isteria delle forze di potere che regolano il mercato, dalla faccia liquida e dal ventre di matrioska infinita.

mm, Manuale Distruzioni

Pubblicato il 12/11/2008 alle 13.57 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web