Blog: http://cantieristupore.ilcannocchiale.it

Le città improbabili - Sincrònia

Sembra che questa città sia toccata da una maledizione terribile. Idiota, ma terribile. Tutti i suoi cittadini vivono lo stesso desiderio esattamente nello stesso momento, il che rende praticamente impossibile la vita qui a Sincrònia, città pronta al collasso in ogni istante. Tutti vogliono andare allo stadio ma nessuno vuole giocare, tutti vogliono cucinare ma nessuno vuole mangiare, tutti vogliono  insegnare ma nessuno vuole apprendere, tutti vogliono scrivere ma nessuno vuole leggere, tanto per fare qualche esempio, che va bene anche al viceversa. Le situazioni grottesche che si creano a seguito di questa maledizione sono tante. Il momento dei bisogni fisiologici, ad esempio, è terribile: i più lesti riescono ad occupare i bagni, dovunque siano ubicati, e i meno preparati sono dunque costretti a fare i propri bisogni ovunque si trovino, sicché Sincrònia resta la città più sporca del mondo, almeno fino a quando non giunge l’ondata della voglia di pulire, e allora li vedi lì, dal primo all’ultimo dei sincronìni, pronti a ramazzare ovunque si trovino. Sembra che ci sia penuria di tutto a Sincrònia, anche se non sarebbe così, se solo i sincronìni riuscissero a vivere meno all’unisono, ed è per questo che da anni ormai il Governo di Sincrònia bandisce un concorso per esperti in desincronizzazione, che nessuno vince mai. L’unico momento felice, a Sincrònia, è quello in cui giunge l’ondata di voglia di fare l’amore.


(da Le città improbabili, 2009)

Pubblicato il 27/6/2009 alle 9.49 nella rubrica LE CITTA' IMPROBABILI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web